IMMAGINE LOGO CITTA DI TRECATE
UFFICIO: URBANISTICA
DATA AGGIORNAMENTO: 4-5-2016
PROCEDIMENTO (TITOLO)
SUAP-Sportello Unico per le Attività Produttive
DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO E RIFERIMENTI NORMATIVI
Ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 7 settembre 2010, n. 160, il SUAP è individuato quale unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonchè cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al decreto legislaztivo 26 marzo 2010 n.59.
Il SUAP assicura al richiedente una risposta unica e tempestiva in luogo degli altri uffici comunali e di tutte le amministrazioni pubbliche comunque coinvolte nel procedimento, ivi comprese quelle preposte alla tutela ambientale, paesaggistico-territoriale, del patrimonio storico-artistico o alla tutela della salute e della pubblica incolumità. Il responsabile del SUAP costituisce il referente per l'esercizio del diritto di accesso agli atti e documenti detenuti dal SUAP, anche se provenienti da altre amministrazioni o da altri uffici comunali.
In particolare rientrano nella competenza dello Sportello Unico:
- il procedimento automatizzato nei casi in cui le attività sono soggette alla disciplina della SCIA. Il SUAP, al momento della presentazione della SCIA, verifica, con modalità informatica, la completezza formale della segnalazione e dei relativi allegati. In caso di verifica positiva rilascia automaticamente la ricevuta e trasmette immediatamente in via telematica la segnalazione e i relativi allegati alle amministrazioni e agli uffici competenti. A seguito di tale rilascio, il richiedente può avviare immeditamente l'intervento o l'attività.
- il procedimento ordinario prevede la presentazione delle istanze per l'esercizio delle attività al SUAP che, entro 30 giorni dal ricevimento, può richiedere all'interessato la documentazione integrativa; decorso tale termine l'istanza si intende correttamente presentata.Verificata la completezza della documentazione, il SUAP adotta il provvedimento conclusivo entro 30 giorni. Quando è necessario acquisire intese, nulla osta, concerti o assensi di diverse amministrazioni pubbliche, il responsabile del SUAP può indire una conferenza di servizi ai sensi degli art. 14 e 14-quinquies della legge 7 agosto 1990, n.241, anche su istanza del soggetto interessato.Il provvedimento conclusivo del procedimento, è ad ogni effetto, titolo unico per la realizzazione dell'intervento e per lo svolgimento delle attività richieste.
Sono esclusi dalla competenza dello Sportello:
- procedimenti di autorizzazione, tra cui anche la DIA, alla cui definizione partecipi un'unica Amministrazione;
- procedimenti relativi a DIA alla cui definizione partecipi una Amministrazione e che comporti l'espressione del parere igienico sanitario dell'ASL; quest'ultimo deve essere autocertificato anche per il settore produttivo;
- i procedimenti relativi a richiesta di rinnovo del certificato di prevenzione incendi, che va presentato irettamente dall'interessato Comando dei Vigili del Fuoco.
COME
Le domande di autorizzazione devono essere presentate su appositi modelli prestampati in bollo da 14,62, disponibili presso lo Sportello Unico per le Attività Produttive.
Il numero delle copie degli elaborati da allegare alla domanda varia in base al numero degli Enti interessati al procedimento. Non tutti gli Enti chiedono necessariamente lo stesso numero di copie degli elaborati e, pertanto, è preferibile concordare il numero di copie degli elaborati da allegare con il Responsabile del Procedimento in modo da presentare la pratica nel modo più completo possibile.
Nel caso di pratiche che prevedono i pareri dei VV.F, dell'ASL e del Consorzio di Gestione dei Servizi Ecologici nell'Area Ovest Ticino, si devono allegare le relative attestazioni di versamento per le spese di istruttoria contemporaneamente al deposito della domanda e dei relativi allegati.
DOVE
Per informazioni UFFICIO SPORTELLO UNICO
Via F.lli. Russi, 10 - 2° piano
Tel. 0321.776371-354
Responsabile del Procedimento: Arch. Silvana Provasoli
QUANDO
Ufficio Sportello Unico
Lunedì e mercoledì dalle 08.45 alle 12.15
Venerdì dalle 08.45 alle 13.45
Martedì e giovedì chiuso
COSTI
TEMPI
- 90 giorni dalla data di avvio del procedimento per il provvedimento finale, salvo i casi in cui il progetto comporti opere da sottoporre a valutazione di impatto ambientale, nel qual caso il termine è di 120 giorni.
- termine massimo di conclusione del procedimento mesi 5, nel caso in cui sia prevista la valutazione di impatto ambientale di mesi 9.
- per i progetti di centrali termoelettriche e turbogas: mesi 12.
COSTI
(vedere allegato)
NOTE
- Si precisa che, essendo Unico il procedimento, il bollo va applicato esclusivamente sulla domanda dello Sportello Unico e che l'unico provvedimento autorizzativo valido a tutti gli effetti di legge è l'atto finale dello Sportello Unico.
- Nel caso di dubbi sulla documentazione da depositare, è possibile concordare preventivamente con i vari Enti interessati la documentazione necessaria, che andrà depositata presso lo Sportello Unico.